La postura corretta alla guida dell’auto

La postura corretta alla guida dell’auto

Gran brutta cosa, il mal di schiena!
Secondo varie statistiche, sembra che in Europa ci sia almeno l’80% delle persone che si lamenta per qualche dolore (più o meno importante)  alla schiena, il classico mal di schiena. Normalmente ci si sente dire dalla pubblicità che il mal di schiena è causato, da un colpo d’aria, per l’uso sbagliato di una sedia, dalla postura sbagliata che manteniamo normalmente ogni giorno specialmente durante il lavoro ad esempio di fronte a un computer in ufficio.

Ma la postura corretta in auto?

Si tende a trascurare spesso questo aspetto ma l’incidenza della postura in auto su questo genere di problemi alla schiena, ha una notevole rilevanza e non bisogna necessariamente essere tassisti, camionisti, persone che passano l’intera giornata in strada, per risentirne fisicamente. In auto, tendenzialmente non si cura molto la posizione di guida più corretta al fine della salute, forse perché molte persone sottovalutano il tempo della propria vita trascorso nell’abitacolo ed i danni al corpo di una postura scorretta in auto.

La posizione seduta in auto, costringe la colonna vertebrale ad assumere una posizione diversa da quella fisiologicamente corretta, per questo motivo la conformazione del sedile, il tipo di strada percorsa e l’efficienza delle sospensioni, hanno una rilevanza particolare nel favorire o meno l’insorgenza di dolori identificati genericamente come mal di schiena.

Ecco alcuni consigli su come sedersi bene all’interno nell’auto, per correggere la postura e stare comodi durante i lunghi spostamenti o le code in autostrada, a garanzia anche di una maggior sicurezza di guida.

Regola la distanza dal volante e dai pedali in modo ottimale:

Con i piedi in appoggio sui pedali, le gambe devono essere leggermente piegate con un angolo di circa 100°/120° . Regola l’altezza del sedile in modo da avere i fianchi leggermente al di sopra delle ginocchia. Posiziona le braccia, in modo da tenere il palmo della mano comodamente appoggiato sulla parte superiore del volante.

La postura più adatta:

Testa, collo, spalle, devono stare, il più possibile rilassati e dritti. In questo modo,  la schiena manterrà la lordosi, ovvero la sua curvatura naturale. I vantaggi non si limitano solamente alla schiena. Stando dritti, la cassa toracica e l’addome si dilatano, evitando quindi di comprimere i polmoni e gli organi interni, in questo modo migliorerai la respirazione.

La postura corretta alla guida dell’auto

Inclinazione dello schienale:

Le spalle devono essere appoggiate saldamente contro lo schienale del sedile. Regola lo schienale a circa 15/20 gradi e tieni le mani sul volante nella posizione corrispondente a ore “9 e 15″ (posizione  consigliata dagli istruttori di guida), la distanza del sedile deve consentire di raggiungere il volante senza piegare in avanti le spalle, in questo modo le spalle sono per forza appoggiate allo schienale, posizione necessaria per mantenere la postura corretta. Come prevenzione può essere molto utile uno spessore lombare con un diametro di circa 5 cm ( ad esempio il cuscino McKenzie), questo ti aiuta a mantenere la curvatura fisiologica del tratto lombare come nella posizione eretta, ottenendo così una diminuzione del carico vertebrale.
Durante i lunghi viaggi, fai una breve sosta ogni ora o ora e mezza, per fare qualche passo e stirare la schiena.

Regola correttamente il poggiatesta:

La parte centrale del poggiatesta deve essere alla stessa altezza delle orecchie. Infine, tra la testa e il poggiatesta ci dovrebbe essere una distanza pari a due dita.

Entrata e uscita dall’auto:

Anche questo aspetto è di particolare importanza, il busto e gli arti inferiori dovrebbero muoversi sempre sullo stesso piano, in questo modo eviti movimenti rapidi di torsione. Le stesse modalità di movimento dovrebbero essere applicate anche quando riponi o prendi oggetti dal sedile posteriore.

Oggetti nelle tasche posteriori dei pantaloni:

Un particolare che forse alla maggioranza delle persone sembra banale è ad esempio il portafoglio nella tasca posteriore.Ricordati di togliere il portafoglio dalla tasca dei pantaloni quando sei seduto alla guida ma anche quando sei seduto in una qualsiasi poltrona, il principale indiziato è proprio questo accessorio maschile. Stare seduti a lungo con il portafoglio nella tasca posteriore dei pantaloni potrebbe causare una contrazione da difesa da parte dei muscoli glutei e generare il dolore alla schiena, questo fenomeno, viene anche chiamato, la sindrome della tasca di dietro.

A presto

Roberta

9 Commenti a “La postura corretta alla guida dell’auto”

  • Ciao cara!Grazie per le tue preziose informazioni, che derivano anche dalla tua lunga pratica sul campo!

    baci
    Rachele

    • Forse è importante anche per altri che non fanno domande, ma se c’è una necessità un bisogno un suggerrimento ancora, sono molto disponibile!
      Grazie Roberta

  • Saverio:

    Grazie per le preziose indicazioni.
    Un mese fa ho cambiato auto, e dopo 10 giorni ho cominciato a provare dei dolori alla schiena e all’interno dell’inguine. Subito ho pensato a un riacutizzarsi di una vecchia sciatalgia, ma il dolore è in posizione leggermente diversa. Sono arrivato al punto, con grande dispiacere, di pensare di dover cambiare subito la nuova auto (un Peugeot 5008 che a prima vista sembra spaziosa come la precedente), adesso cercherò di seguire i tuoi consigli, eventualmente provando con un cuscino per ridurre l’angolo gambe/bacino e limitare l’effetto “avvolgente” del sedile che ho capito essere per me una fonte di “guai”. Vedremo. Saverio

    • Per Saverio.
      Ti ringrazio per la considerazione, ma come hai visto nel blog io lavoro anche con la Nuova Medicina Germanica e leggendo la tua considerazione credo in realtà ci possa essere anche altro, mi spiego. Il mal di Schiena è la Risoluzione di un Conflitto di Svalutazione di Sé, nella zona lombare è proprio qualcosa che io non “credevo di essere all’altezza della situazione, o lavoro”, quindi prima di “cambiare auto! Prova ad andare a ritroso ed arriva a “prima del mal di schiena” e “senti cosa hai vissuto”. Di solito non ci si fa caso, ma ciò che “sentiamo” in certi momenti è biologico inevitabile, ma risolutivo con un dolore. Magari proprio l’arrivo dell’auto nuova ti ha portato in soluzione, ora devi solo avere pazienza, la tua biologia sa cosa fare e guarisce completamente. Se facendo il percorso a ritroso trovi davvero il conflitto ed hai bisogno di altre spiegazioni, sono molto disponibile. Leggi nella Nuova Medicina Germanica alcuni articoli, uno è proprio sull’Apparato Muscolo Scheletrico.
      Grazie Roberta

  • anna:

    Salve…. mi incuriosisce molto questo aspetto della medicina germanica….. vorrei un consiglio a riguardo se possibile…. mi spiego meglio. Ho cominciato a soffrire di mal di schiena 2 anni fa circa…. dopo un periodo chiamiamolo nero… affrontato cmq alla grande e risolto ampiamente…. ragionando cmq ora mi rendo conto che prima che io affrontassi il mio problema avevo sicurmanete alle spalle un periodo in cui non mi sentivo all’altezza delle situazioni. Siccome ad oggi ritengo di essere all’altezza, e visto che ho preso ampiamente in mano la situazione risolvendo i miei problemi causati da una relazione sbagliata, vorrei cmq capire come poter affrontare e risolvere quel problema o sensazione che forse non ho mai affrontato in modo corretto. come si risolve una situazione di svalutazione, anche se al giorno d’oggi ritengo di non sottovalutarmi affatto? grazie.

    • La tua domanda non è in realtà molto chiara, mi spiego. Prima dici che “hai risolto alla grande, ragionando”, FORSE! Biologicamente, credo sia ancora li in dormiveglia, alla prima occasione si farà notare. La Biologia NON è un ragionamento, è SENTIRE. Sentire una frazione di emozione che è comparsa in una certa circostanza. Un mal di schiena, dove, Lombare?, Dorsale?, Cosa coinvolgeva? E’ un sentirsi non all’altezza o non capaci di… riguardo ad un evento che mi tocca dentro. Non si può generalizzare, le persone sono diverse e non posso darti una risposta definitiva, chiara. Ragionando tu puoi credere di aver compreso, ma l’aspetto emozionale non lo puoi gestire col ragionamento, diventa importante un lavoro interiore della considerazione di te profondamente in certe circostanze, quando non ti aspetti che…..
      Ognuno ha vie emozionali di preferenza create durante la crescita, la NuovaMedicinaGermanica non è poi tanto semplice, va molto oltre le definizioni lette qua e la.
      Grazie per avermi letta a presto Roberta

  • enzo menegozzo:

    anch’io cambiando auto ho avuto problemi di schiena e sto tentando di trovare la giusta posizione di guiida, cerchero di seguire i suoi preziosi consigli con un cuscino che sto modellando su misura spero di riuscire a trovare una posizione corretta altrimenti dovrò procedere a cabiare la nuova auto che mi piace molto. A giudizio di altri mi dicono che è molto comoda e confortevole ma non riesco a guidare senza problemi come con l’auto vecchia.Ho comunque una ernia al disco che mi perseguita da anni.
    grazie dei consigli.
    Enzo

  • gaetano:

    ho comprato afebbraio una peugeot3008 e da allora ho mal di schiena
    penso che la vendero’

  • [...] il sito di Gestione del Corpo, in Europa l’80% delle persone lamenta qualche dolore alla schiena, ma tra i tanti consigli [...]

Lascia un Commento

RICERCA PER PAROLA